SOLE, MARE ED E-PRIX A DOMICILIO PER DS TECHEETAH A SANYA

0
427

Per la prima volta dalla seconda stagione della disciplina 100% elettrica, il Campionato di Formula E ABB FIA torna nella Cina metropolitana.

Per l’E-Prix di casa, DS TECHEETAH prepara un ritorno da protagonista. La conclusione dell’E-Prix di Hong Kong aveva lasciato il team con l’amaro in bocca. A due giri dall’arrivo e dopo aver superato circa l’80% della prova, André Lotterer era stato messo fuori gioco da Sam Bird.

Il nuovo circuito, con le sue undici curve e 2.236 metri, tracciato a Sanya sarà il primo della Formula E con il  passaggio su un ponte.

Hainan, di cui Sanya è la capitale, sarà la prima provincia del sud del Paese a eliminare totalmente i veicoli a energia fossile a partire dal 2030; la presenza della Formula E di quest’anno rappresenta quindi un passo significativo verso tale obiettivo.

All’E-Prix assisteranno centocinquanta invitati di DS TECHEETAH, che seguiranno la gara dal 48° piano dell’hotel Atlantis che sovrasta il circuito e il parco Aquaventura.

Mark Preston, Team Principal DS TECHEETAH: «La delusione per Hong Kong è ancora forte. La vittoria era di André, la meritava. Riteniamo che Sam se la sia cavata con una penalità piuttosto lieve, dopo aver urtato la DS E-TENSE FE19, provocato una foratura e averlo eliminato dalla gara dopo che André aveva fatto 28 giri in testa. Accettiamo comunque la decisione della FIA e ci concentriamo su Sanya.

Noi guardiamo sempre avanti. Siamo tornati tutti alle officine di Versailles per ricaricare le batterie e preparare l’E-Prix di Sanya. Inutile dire che siamo molto motivati e decisi a puntare alla vittoria, che sarà ancora più bella perché conquistata a Sanya, dove il team gioca in casa

Xavier Mestelan Pinon, Direttore di DS Performance:«La Cina è il primo mercato di veicoli premium e dei veicoli elettrificati nel mondo e occupa quindi una posizione strategica importante per DS Automobiles. Dopo essere andati così vicini alla vittoria a Hong Kong, i giorni successivi sono stati cruciali. Superata la delusione, tutti sono ripartiti alla grande e ognuno ha dato il meglio durante la preparazione sul simulatore. André per primo ha dato l’esempio e lo ringrazio. Questo è un campionato difficile, ma abbiamo in mano tutti i tasselli del puzzle e adesso è il momento di assemblarli.»

 

Jean-Éric Vergne n°25 :«L’E-Prix di Hong Kong ha riconfermato la sua fama. Sembra che le cose non vogliano andare nel verso giusto… A Sanya, il nostro obiettivo è fare il possibile per vivere un bell’E-Prix. Éil momento di esorcizzare la sfortuna, specialmente per il nostro E-Prix di casa

André Lotterer n°36 :«Anche se Hong Kong è stato particolarmente deludente, mi sono lasciato tutto alle spalle e mi sono concentrato sulla prossima gara, con una voglia di vincere ancora maggiore. Il tracciato di Sanya presenta una combinazione unica di curve in appoggio nel primo e nel terzo tratto. Ma la vera sfida sarà vicino alla spiaggia. Anche qui il grip sarà estremamente variabile nel corso della giornata. Sarebbe eccezionale riuscire a vincere nella gara di casa nostra!»